UNA PROPOSTA PER TORINO CAPITALE DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Logo Istituto italiano intelligenza artificiale Bianco

I3A, una guida magnetica per l’Intelligenza Artificiale, dove orbitano i migliori talenti nazionali e internazionali

L’ I3A deve essere un polo di eccellenza nazionale legato a ricercasviluppo e disseminazione di saperi nel campo delle applicazioni dell’AI in Italia. 
Deve guidare lo sviluppo dell’Artificial Intelligence, diventandone il punto di riferimento a livello nazionale ed internazionale. L’Istituto deve essere una guida magnetica, un hub capace di attrarre talenti italiani e europei, creando un ecosistema fertile e innovativo.

UNA PROPOSTA PER IL POLO ITALIANO SULL’ INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Ricerca e sviluppo, una lente d'ingrandimento icona

ricerca nel campo dell’ai

Vogliamo lavorare in tutti gli ambiti di applicazione dell’AI, in connessione con le principali tendenze tecnologiche (5G, Industria 4.0, Cybersecurity, …) e di innovazione sociale (sostenibilità, politiche inclusive, contrasto alle discriminazioni, …), collaborando attivamente con i centri di eccellenza che operano a livello nazionale e internazionale.

Divulgazione tecnologica

sviluppo economico e sociale del Paese

Vogliamo rendere i risultati della ricerca accessibili al mondo industriale (grandi imprese, PMI, startup) e agli altri ambiti della società in cui l’intelligenza artificiale porta un contributo significativo in tutti i campi della nostra vita, attraverso processi di trasferimento tecnologico e open innovation.

un megafono

Disseminare conoscenza e saperi

Vogliamo che la nostra ricerca porti valore alla società civile, affiancando scuole, università ed enti culturali per favorire la crescita di consapevolezza di tutto il Paese rispetto alle grandi opportunità offerte dall’intelligenza artificiale, ma anche alle complesse sfide di ordine economico, sociale ed etico con cui ci dobbiamo confrontare.

la nostra storia fino ad oggi

^
3 LUGLIO 2020

NASCE L’IDEA

In seguito alla pubblicazione del MISE sull’Intelligenza Artificiale, L’Arcidiocesi di Torino, attraverso il Servizio per l’Apostolato Digitale e sostenuta dai principali stakeholder industriali, istituzionali e accademici locali, lancia la candidatura per portare a Torino l’I3A (Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale).

^
29 LUGLIO 2020

L’IDEA PRENDE FORMA

Vengono convocati a Roma i primi incontri tra le Istituzioni per concretizzare la proposta.

^
3 AGOSTO 2020

DOTTORATO NAZIONALE AI

Viene assegnato al Politecnico di Torino per l’Anno Accademico 2021/2022, il Dottorato nazionale AI per l’Industria 4.0, grazie alla convenzione tra Cnr, Sapienza Università di Roma, Università Campus Bio-Medico di Roma, Università di Napoli “Federico II” e Università di Pisa.

^
13 AGOSTO 2020

TORINO VIENE CANDIDATA

Il governo profila l’ipotesi di portare a Torino l’istituto italiano di intelligenza artificiale e a Milano il Tribunale dei Brevetti.

^
4 SETTEMBRE 2020

L’APPROVAZIONE DEL GOVERNO

Il governo Conte bis assegna a Torino la sede principale del Centro Italiano per l’Intelligenza Artificiale.

PERCHÉ A TORINO

 A Torino è in atto un processo evolutivo forte e consolidato che vede la città ed il Piemonte come un grande laboratorio di studio e sperimentazione in ambito di tecnologie innovative, in sinergia con Atenei, Fondazioni, enti  pubblici e mondo delle imprese.  Concentrando le risorse e valorizzando i territori come i laboratori di test e sintesi, si possono creare nuove competenze e si può segnare la rotta per il futuro. 

L’I3A è fatto.

Adesso bisogna fare l’I3A.

Torino è la città che ospiterà l’Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale. La città si mette a disposizione di un grande progetto per l’Italia e per l’Europa intera.
Ora è il momento di mobilitare tutti gli attori che ne condividono missione e obiettivi incominciando dai giovani, protagonisti del cambiamento e principali destinatari del progetto.

Sostieni la nostra proposta per l’I3A

Se pensi che l’I3A sia un’opportunità importante per l’Italia e per l’Europa e se condividi la sua missione, aderisci subito

Aderisco

9 + 13 =

GOVERNANCE

La proposta per la governance dell’Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale prende ispirazione dal modello dell’IIT di Genova.
L’I3A vuole organizzarsi come istituto indipendente rispetto agli equilibri politici ed economici.
Si vuole circondare di personalità di alto profilo non necessariamente competenti nel mondo dell’AI, quanto più caratterizzate da una capacità di visione sulla società, i mercati e l’andamento globale dell’innovazione.

governance struttura

“La governance dell’ i3a dev’essere simile alle reti neurali che fanno lavorare l’intelligenza artificiale. Tanti poli che si mettono a disposizione per far crescere una delle vie per il rilancio da Torino del Piemonte e del Paese. Dobbiamo fare in modo che nessuno si senta escluso da questa proposta.”

DON LUCA PEYRON

 

logo apostolato digitale, una a dentro una di fatta di connettori
Apostolato digitale: condividere codici di salvezza

Il Servizio Diocesano per l’Apostolato Digitale è dedicato a servire la Chiesa nel difficile compito di essere germe di unità, speranza e salvezza per tutta l’umanità all’interno delle trasformazioni tecnologiche di questo tempo, soprattutto rispetto alla loro portata da un punto di vista antropologico ed etico.